Liber AL vel Legis

Liber AL vel Legis

Liber AL vel Legis
sub figura CCXX

ITALIANO

Scarica (130 Kb)

Liber AL vel Legis
sub figura CCXX

ENGLISH

Scarica (136 Kb)

AL Liber Legis
sub figura XXXI

MANOSCRITTO

Scarica (18.3 Mb)

Questo libro è il fondamento del nuovo Eone, e pertanto dell’intero nostro Lavoro.
In questa rivelazione vi è la base del futuro Eone. A memoria d’uomo abbiamo avuto il periodo Pagano, la venerazione della Natura, di Isis, della Madre, del Passato; il periodo Cristiano, la venerazione dell’Uomo, di Osiris, del Presente. Il primo periodo è semplice, quieto, facile e piacevole; il materiale ignora lo spirituale; il secondo è di sofferenza e morte: lo spirituale lotta per ignorare il materiale. Il Cristianesimo e tutte le religioni cognate venerano la morte, glorificano la sofferenza, deificano i cadaveri. Il nuovo Eone è la venerazione dello spirituale fatto uno con il materiale, di Horus, del Bambino, del Futuro.

Isis era Libertà; Osiris, schiavitù; ma la nuova Libertà è quella di Horus. Osiris conquistò Isis perché ella non lo comprese. Horus vendica sia suo Padre che sua Madre. Questo bambino Horus è un gemello, due in uno. Horus e Harpocrates sono uno, ed essi sono anche uno con Set, o Apophis, il distruttore di Osiris. E’ per mezzo della distruzione del principio di morte che essi sono nati. La creazione di questo nuovo Eone, di questo nuovo principio fondamentale, è la grande opera da compiersi adesso nel mondo.

Per ricapitolare la base storica de Il Libro della Legge, mi si lasci dire che l’evoluzione (a memoria d’uomo) mostra tre grandi passi:
1. la venerazione della Madre, quando l’universo veniva concepito come semplice nutrimento ricevuto direttamente da lei;
2. la venerazione del Padre, quando l’universo veniva immaginato come catastrofico;
3. la venerazione del Bambino, in cui arriviamo a percepire gli eventi come una crescita continua che partecipa nei suoi elementi di entrambi i metodi.
In generale, Il Libro della Legge ha la pretesa di fornire una risposta a tutti i problemi religiosi. Si rimane colpiti dal fatto che così tanti di essi vengano enunciati e risolti separatamente in così poco spazio.

Esso riconcilia le concezioni cosmologiche che trascendono il tempo e lo spazio con un punto di vista convenzionale, storico. Innanzitutto esso annuncia una verità incondizionata, ma in secondo luogo è attento nell’affermare che la “Formula Magica” (o sistema di principi) sulla quale si basa la parte pratica del libro non è una verità assoluta, ma una verità relativa al tempo terrestre della rivelazione. (E’ un punto importante a favore del Libro che esso non abbia la pretesa di risolvere i problemi pratici dell’umanità una volta per tutte. Esso si accontenta di indicare un livello nell’evoluzione.)

(A. Crowley, estratto dalla Synopsis, pp xxxi-xxxii, The Equinox Volume III, n° 9, “The Holy Books of Thelema”, York Beach: Weiser, 1983)

Capitolo 1

1. Had! La manifestazione di Nuit.
2. Lo svelarsi della compagnia del cielo.
3. Ogni uomo ed ogni donna é una stella.
4. Ogni numero é infinito; non vi é differenza.
5. Aiutami, o signore guerriero di Tebe, nel mio svelarmi dinanzi ai Bambini degli uomini!
6. Sii tu Hadit, il mio centro segreto, il mio cuore & la mia lingua!
7. Osserva! questo è rivelato da Aiwass, il ministro di Hoor-paar-kraat.
8. Il Khabs é nel Khu, non il Khu nel Khabs.
9. Venera quindi il Khabs, e osserva la mia luce sparsa su di te!
10. Che i miei servitori siano pochi & segreti: domineranno i molti & i conosciuti.
11. Questi sono i folli che gli uomini adorano; i loro Dei & i loro uomini sono entrambi folli.
12. Venite avanti, o bambini, sotto le stelle, & saziatevi d’amore!
13. Io sono sopra di voi e in voi. La mia estasi é nella vostra. La mia gioia é vedere la vostra gioia.
14. Sopra, l'azzurro gemmato é
Il nudo splendore di Nuit;
Lei si curva in estasi per baciare
Gli ardori segreti di Hadit.
Il globo alato, il blu stellato,
Sono miei, O Ankh-af-na-khonsu!

15. Ora saprete che il sacerdote prescelto & apostolo dello spazio infinito è il principe- sacerdote la Bestia; e nella sua donna chiamata la Donna Scarlatta è riposto ogni potere. Essi raduneranno i miei bambini nel loro recinto: essi porteranno la gloria delle stelle nei cuori degli uomini.
16. Poiché lui è sempre un sole, e lei una luna. Ma di lui è l’alata fiamma segreta, e di lei l’arcuata luce stellare.
17. Ma voi non siete così eletti.
18. Brucia sulle loro fronti, o splendido serpente!
19. O donna dalle palpebre azzurre, curvati su di loro!
20. La chiave dei rituali é nella parola segreta che ho dato a lui.
21. Per il Dio & l’Adoratore io sono niente: loro non mi vedono. Essi sono come sulla terra; io sono il Cielo, e non vi è altro Dio che me, e il mio signore Hadit.
22. Adesso, perciò, io sono nota a voi con il mio nome Nuit, e a lui con un nome segreto che gli darò quando infine mi avrà conosciuta. Poiché io sono Infinito Spazio, e le Infinite Stelle di esso, fate anche voi così. Non legate niente! Che tra voi non sia fatta differenza tra una cosa & ogni altra cosa; poiché è da ciò che giunge il danno.
23. Ma chiunque ne trarrà giovamento, che sia il capo di tutto!
24. Io sono Nuit, e la mia parola é sei e cinquanta.
25. Dividi, addiziona, moltiplica, e comprendi.
26. Allora dice il profeta e schiavo della bella: Chi sono io, e quale sarà il segno? Così lei gli rispose, curvandosi, una lambente fiamma di blu, che tutto tocca, che tutto penetra, le sue amabili mani sopra la nera terra, & il suo agile corpo inarcato per amore, e i suoi morbidi piedi che non feriscono i piccoli fiori: Tu sai! E il segno sarà la mia estasi, la coscienza della continuità dell’esistenza, l’onnipresenza del mio corpo.
27. Allora il sacerdote rispose & disse alla Regina dello Spazio, baciando la sua amabile fronte, e la rugiada della sua luce che gli bagnava tutto il corpo d’un dolce profumo di sudore: O Nuit, continua del Cielo, fai che sia sempre così; che gli uomini non parlino di Te come Una, ma come Nessuna; e fai che non parlino di te affatto, poiché tu sei continua!
28. Nessuna, sussurrò la luce, fievole & fatata, delle stelle, e due.
29. Poiché io sono divisa per la causa d’amore, per la possibilità d’unione.
30. Questa è la creazione del mondo, che la pena della divisione è come niente, e la gioia della dissoluzione tutto.
31. Di questi folli d’uomini e delle loro afflizioni non ti curare affatto! Essi avvertono poco; ciò che lo è, viene bilanciato da deboli gioie; ma voi siete i miei eletti.
32. Obbedite al mio profeta! eseguite le ordalie della mia conoscenza! cercate me sola! Poi le gioie del mio amore vi redimeranno da ogni pena. È così: lo giuro sulla volta del mio corpo; sul mio cuore sacro e sulla mia lingua; su tutto quanto io posso dare, su tutto quanto io desideri di voi tutti.
33. Allora il sacerdote cadde in una trance profonda o in deliquio, & disse alla Regina del Cielo; Scrivici le ordalie; scrivici i rituali; scrivici la legge!
34. Ma lei disse: le ordalie non le scrivo: i rituali saranno per metà conosciuti e per metà nascosti: la Legge è per tutti.
35. Questo che stai scrivendo è il triplice libro della Legge.
36. Il mio scriba Ankh-af-na-khonsu, il sacerdote dei prìncipi, non cambierà di una lettera questo libro; ma affinché non vi sia follia, lo commenterà mediante la saggezza di Ra-Hoor-Khu-it.
37. Inoltre i mantra e gli incantesimi; l’obeah e il wanga; l’opera di bacchetta e l’opera di spada; questi egli imparerà e insegnerà.
38. Egli deve insegnare; ma può rendere severe le ordalie.
39. La parola della Legge é θελημα.
40. Chi ci chiama Thelemiti non sbaglierà, se solo guarda attentamente la parola. Poiché ivi sono Tre Gradi, l’Eremita, e l’Amante, e l’uomo della Terra. Fai ciò che vuoi sarà tutta la Legge.
41. La parola del Peccato è Restrizione. O uomo! non rifiutare la tua consorte, se lei vuole! O amante, se tu vuoi, allontanati! Non c’è legame che possa unire il diviso eccetto l’amore: tutto il resto è maledizione. Maledetto! Maledetto sia negli eoni! Inferno.
42. Lascia quella condizione di molteplicità limitata e ripugnante. Così con tutto te stesso; non hai altro diritto che fare la tua volontà.
43. Fai quella, e nessuno ti dirà di no.
44. Poiché la pura volontà, non alleviata dal fine, liberata dalla lussuria del risultato, è in ogni modo perfetta.
45. Il Perfetto e il Perfetto sono un Perfetto e non due; no, sono nessuno!
46. Niente è una segreta chiave di questa legge. Sessantuno la chiamano i Giudei; io la chiamo otto, ottanta, quattrocento & diciotto.
47. Ma essi hanno la metà: unisci con la tua arte così che tutto sparisca.
48. Il mio profeta è un folle con il suo uno, uno, uno; non sono essi il Bue, e nessuno secondo il Libro?
49. Abrogati sono tutti i rituali, tutte le ordalie, tutte le parole e i segni. Ra-Hoor- Khuit ha preso il suo seggio nell’Est all’Equinozio degli Dei; e che Asar sia con Isa, poiché anch’essi sono uno. Ma essi non sono di me. Che Asar sia l’adoratore, Isa il sofferente; Hoor nel suo segreto nome e splendore è il Signore iniziante.
50. C’è una parola da dire sull’ufficio Ierofantico. Osserva! ci sono tre ordalie in una, ed essa può essere data in tre modi. Il grossolano deve passare attraverso il fuoco; che il fine sia provato nell’intelletto, e i nobili eletti in ciò che è più elevato. Così avete stella & stella, sistema e sistema; che non uno conosca bene l’altro!
51. Vi sono quattro cancelli per un palazzo; il pavimento di quel palazzo è di argento e oro; lapislazzuli & diaspro vi si trovano; e tutte le rare fragranze; gelsomino & rosa, e gli emblemi della morte. Che egli varchi uno dopo l’altro o in una volta i quattro cancelli; che egli stia ritto sul pavimento del palazzo. Non crollerà? Amn. Ho! guerriero, se il tuo servitore crolla? Ma vi sono modi e modi. Siate avvenenti, pertanto: vestitevi tutti di fini vesti; mangiate ricchi cibi e bevete dolci vini e vini che spumeggiano! Inoltre, saziatevi a volontà d’amore come volete, quando, dove e con chi volete! Ma sempre a me.
52. Se ciò non avviene correttamente; se confondete i segni di spazio dicendo: Essi sono uno; o dicendo, Essi sono molti; se il rituale non è sempre a me: allora attendete i terribili giudizi di Ra Hoor Khuit!
53. Ciò rigenererà il mondo, il piccolo mondo sorella mia, cuore mio & lingua mia, a cui mando questo bacio. Inoltre, o scriba e profeta, sebbene tu sia dei principi, ciò non ti allevierà né ti assolverà. Ma l’estasi sia tua e la gioia della terra: sempre A me! A me!
54. Non cambiare nemmeno lo stile di una lettera; poiché osserva! tu, o profeta, non riuscirai a osservare tutti questi misteri ivi celati
55. Il bambino delle tue viscere, lui li osserverà.
56. Attendilo non dall’Est, né dall’Ovest; poiché da nessuna casa attesa viene quel bambino. Aum! Tutte le parole sono sacre e tutti i profeti veri; salvo solo che loro comprendono un poco; risolvi la prima metà dell’equazione, lascia la seconda inattaccata. Ma tu hai tutto nella chiara luce, e qualche cosa, sebbene non tutto, nell’oscurità.
57. Invocatemi sotto le mie stelle! Amore è la legge, amore sotto la volontà. E che i folli non sbaglino amore; poiché c’è amore e amore. C’è la colomba, e c’è il serpente. Scegliete bene! Lui, il mio profeta, ha scelto, conoscendo la legge della fortezza, e il grande mistero della Casa di Dio.
Tutte queste antiche lettere del mio Libro sono corrette; ma צ non é la Stella. Anche questo è segreto: il mio profeta lo rivelerà al saggio.
58. Io dono gioie inimmaginabili sulla terra: certezza, non fede, durante la vita, sulla morte; pace inesprimibile, riposo, estasi; né chiedo alcunché in sacrificio.
59. Il mio incenso è di legni resinosi & gomme; e non vi è sangue in esso: a causa della mia chioma, gli alberi dell’Eternità.
60. Il mio numero è 11, come tutti i numeri di coloro che sono di noi. La Stella a Cinque Punte, con un Cerchio nel Mezzo, & il cerchio è Rosso. Il mio colore è nero per il cieco, ma il blu & l’oro sono visti da colui che vede. Ho anche una segreta gloria per coloro che mi amano.
61. Ma amarmi è la migliore di tutte le cose: se sotto le stelle notturne nel deserto tu presentemente bruci il mio incenso dinanzi a me, invocandomi con cuore puro, e la fiamma Serpente dentro, verrai a giacere un po’ nel mio petto. Per un bacio vorrai allora essere disposto a dare tutto; ma chi dà una particella di polvere perderà tutto in quell’ora. Raccoglierete beni e abbondanza di donne e spezie; voi indosserete ricchi gioielli; supererete le nazioni della terra in splendore & orgoglio; ma sempre nell’amore per me, e così voi giungerete alla mia gioia. Ti ordino ardentemente di venire dinanzi a me in un’unica veste, e coperto con un ricco copricapo. Io ti amo! Io bramo per te! Pallida o purpurea, velata o voluttuosa, io che sono tutta piacere e porpora, ed ebbrezza del senso più interiore, ti desidero. Metti le ali, e sveglia lo splendore a spire che è in te: vieni a me!
62. A tutti i miei incontri con te la sacerdotessa dirà – e i suoi occhi bruceranno di desiderio quando si erge nuda e gaudente nel mio tempio segreto – A me! A me! evocando la fiamma dei cuori di tutti nel suo canto d’amore.
63. Cantate l’estatica canzone d’amore per me! Bruciate per me i profumi! Indossate per me i gioielli! Brindate a me, poiché io vi amo! Io vi amo!
64. Io sono la figlia del Tramonto dalle palpebre blu; io sono la nuda brillantezza della voluttuosa volta notturna.
65. A me! A me!
66. La Manifestazione di Nuit è terminata.
Cap.I, verso 26: il manoscritto originale presenta in questo punto le seguenti parole cancellate: “Il non frammentario e non atomico fatto della mia universalità: (scrivilo più chiaramente) (ma prosegui) ”.

1. Had! The manifestation of Nuit.
2. The unveiling of the company of heaven.
3. Every man and every woman is a star.
4. Every number is infinite; there is no difference.
5. Help me, o warrior lord of Thebes, in my unveiling before the Children of men!
6. Be thou Hadit, my secret centre, my heart & my tongue!
7. Behold! it is revealed by Aiwass the minister of Hoor-paar-kraat.
8. The Khabs is in the Khu, not the Khu in the Khabs.
9. Worship then the Khabs, and behold my light shed over you!

10. Let my servants be few & secret: they shall rule the many & the known.
11. These are fools that men adore; both their Gods & their men are fools.
12. Come forth, o children, under the stars, & take your fill of love!
13. I am above you and in you. My ecstasy is in yours. My joy is to see your joy.
14. Above, the gemmèd azure is
The naked splendour of Nuit;
She bends in ecstasy to kiss
The secret ardours of Hadit.
The wingèd globe, the starry blue,
Are mine, O Ankh-af-na-khonsu!
15. Now ye shall know that the chosen priest & apostle of infinite space is the prince-priest the Beast; and in

his woman called the Scarlet Woman is all power given. They shall gather my children into their fold: they shall bring the glory of the stars into the hearts of men.
16. For he is ever a sun, and she a moon. But to him is the winged secret flame, and to her the stooping starlight.
17. But ye are not so chosen.
18. Burn upon their brows, o splendrous serpent!
19. O azure-lidded woman, bend upon them!
20. The key of the rituals is in the secret word which I have given unto him.

21. With the God & the Adorer I am nothing: they do not see me. They are as upon the earth; I am Heaven, and there is no other God than me, and my lord Hadit.
22. Now, therefore, I am known to ye by my name Nuit, and to him by a secret name which I will give him when at last he knoweth me. Since I am Infinite Space, and the Infinite Stars thereof, do ye also thus. Bind nothing! Let there be no difference made among you between any one thing & any

other thing; for thereby there cometh hurt.
23. But whoso availeth in this, let him be the chief of all!
24. I am Nuit, and my word is six and fifty.
25. Divide, add, multiply, and understand.
26. Then saith the prophet and slave of the beauteous one: Who am I, and what shall be the sign? So she answered him, bending down, a lambent flame of blue, all-touching, all penetrant, her lovely hands upon the black earth, & her lithe body arched for love, and her soft feet not hurting the

little flowers: Thou knowest! And the sign shall be my ecstasy, the consciousness of the continuity of existence, the omnipresence of my body.
27. Then the priest answered & said unto the Queen of Space, kissing her lovely brows, and the dew of her light bathing his whole body in a sweet-smelling perfume of sweat: O Nuit, continuous one of Heaven, let it

be ever thus; that men speak not of Thee as One but as None; and let them speak not of thee at all, since thou art continuous!
28. None, breathed the light, faint & færy, of the stars, and two.
29. For I am divided for love’s sake, for the chance of union.
30. This is the creation of the world, that the pain of division is as nothing, and the joy of dissolution all.
31. For these fools of men and their

woes care not thou at all! They feel little; what is, is balanced by weak joys; but ye are my chosen ones.
32. Obey my prophet! follow out the ordeals of my knowledge! seek me only! Then the joys of my love will redeem ye from all pain. This is so: I swear it by the vault of my body; by my sacred heart and tongue; by all I can give, by all I desire of ye all.
33. Then the priest fell into a deep trance or

swoon, & said unto the Queen of Heaven; Write unto us the ordeals; write unto us the rituals; write unto us the law!
34. But she said: the ordeals I write not: the rituals shall be half known and half concealed: the Law is for all.
35. This that thou writest is the threefold book of Law.
36. My scribe Ankh-af-na-khonsu, the priest of the princes, shall not in one letter change this book; but lest there be folly, he shall comment thereupon by the wisdom of Ra-Hoor-Khu-it.

37. Also the mantras and spells; the obeah and the wanga; the work of the wand and the work of the sword; these he shall learn and teach.
38. He must teach; but he may make severe the ordeals.
39. The word of the Law is Θελημα.
40. Who calls us Thelemites will do no wrong, if he look but close into the word. For there are therein Three Grades, the Hermit, and the Lover, and the man of Earth. Do what thou wilt

shall be the whole of the Law.
41. The word of Sin is Restriction. O man! refuse not thy wife, if she will! O lover, if thou wilt, depart! There is no bond that can unite the divided but love: all else is a curse. Accursèd! Accursèd be it to the æons! Hell.
42. Let it be that state of manyhood bound and loathing. So with thy all; thou hast no right but to do thy will.
43. Do that, and no other shall say nay.
44. For pure will, unassuaged of purpose,

delivered from the lust of result, is every way perfect.
45. The Perfect and the Perfect are one Perfect and not two; nay, are none!
46. Nothing is a secret key of this law. Sixty-one the Jews call it; I call it eight, eighty, four hundred & eighteen.
47. But they have the half: unite by thine art so that all disappear.
48. My prophet is a fool with his one, one, one; are not they the Ox, and none by the Book?

49. Abrogate are all rituals, all ordeals, all words and signs. Ra-Hoor-Khuit hath taken his seat in the East at the Equinox of the Gods; and let Asar be with Isa, who also are one. But they are not of me. Let Asar be the adorant, Isa the sufferer; Hoor in his secret name and splendour is the Lord initiating.
50. There is a word to say about the Hierophantic task. Behold! there are three ordeals in one, and it may be given in three ways. The gross must pass through fire; let the

fine be tried in intellect, and the lofty chosen ones in the highest. Thus ye have star & star, system & system; let not one know well the other!
51. There are four gates to one palace; the floor of that palace is of silver and gold; lapis lazuli & jasper are there; and all rare scents; jasmine & rose, and the emblems of death. Let him enter in turn or at once the four gates; let him stand on the floor of the palace. Will he not sink? Amn. Ho! warrior, if thy servant sink? But there are means

and means. Be goodly therefore: dress ye all in fine apparel; eat rich foods and drink sweet wines and wines that foam! Also, take your fill and will of love as ye will, when, where and with whom ye will! But always unto me.
52. If this be not aright; if ye confound the space-marks, saying: They are one; or saying, They are many; if the ritual be not ever unto me: then expect the direful judgments of Ra Hoor Khuit!
53. This shall regenerate the world, the little

world my sister, my heart & my tongue, unto whom I send this kiss. Also, o scribe and prophet, though thou be of the princes, it shall not assuage thee nor absolve thee. But ecstasy be thine and joy of earth: ever To me! To me!
54. Change not as much as the style of a letter; for behold! thou, o prophet, shalt not behold all these mysteries hidden therein.
55. The child of thy bowels, he shall behold them.
56. Expect him not from the East, nor from

the West; for from no expected house cometh that child. Aum! All words are sacred and all prophets true; save only that they understand a little; solve the first half of the equation, leave the second unattacked. But thou hast all in the clear light, and some, though not all, in the dark.
57. Invoke me under my stars! Love is the law, love under will. Nor let the fools mistake love; for there are love and love. There is the dove, and there is the serpent. Choose ye well! He, my prophet, hath

chosen, knowing the law of the fortress, and the great mystery of the House of God.
All these old letters of my Book are aright; but צ is not the Star. This also is secret: my prophet shall reveal it to the wise.
58. I give unimaginable joys on earth: certainty, not faith, while in life, upon death; peace unutterable, rest, ecstasy; nor do I demand aught in sacrifice.
59. My incense is of resinous woods & gums; and there is no blood therein: because of my hair the trees of Eternity.

60. My number is 11, as all their numbers who are of us. The Five Pointed Star, with a Circle in the Middle, & the circle is Red. My colour is black to the blind, but the blue & gold are seen of the seeing. Also I have a secret glory for them that love me.
61. But to love me is better than all things: if under the night stars in the desert thou presently burnest mine incense before me, invoking me with a pure heart, and the Serpent flame therein, thou shalt come a little to lie in my bosom. For one kiss wilt thou then be willing to give all;

but whoso gives one particle of dust shall lose all in that hour. Ye shall gather goods and store of women and spices; ye shall wear rich jewels; ye shall exceed the nations of the earth in splendour & pride; but always in the love of me, and so shall ye come to my joy. I charge you earnestly to come before me in a single robe, and covered with a rich headdress. I love you! I yearn to you! Pale or purple, veiled or voluptuous, I who am all pleasure and purple,

and drunkenness of the innermost sense, desire you. Put on the wings, and arouse the coiled splendour within you: come unto me!
62. At all my meetings with you shall the priestess say—and her eyes shall burn with desire as she stands bare and rejoicing in my secret temple—To me! To me! calling forth the flame of the hearts of all in her love-chant.
63. Sing the rapturous love-song unto me! Burn to me perfumes! Wear to me jewels! Drink to me, for I love you! I love you!

64. I am the blue-lidded daughter of Sunset; I am the naked brilliance of the voluptuous night-sky.
65. To me! To me!
66. The Manifestation of Nuit is at an end.

Capitolo 2

1. Nu! il celarsi di Hadit.
2. Venite! voi tutti, e apprendete il segreto che non è ancora stato rivelato. Io, Hadit, sono il complemento di Nu, la mia sposa. Non sono esteso, e Khabs è il nome della mia Casa.
3. Nella sfera io sono ovunque il centro, come lei, la circonferenza, non si trova da nessuna parte.
4. Eppure lei sarà conosciuta & io mai.
5. Osservate! i rituali del tempo antico sono neri. Che quelli maligni siano abbandonati; che quelli buoni siano purgati dal profeta! Allora questa Conoscenza sarà corretta.
6. Io sono la fiamma che brucia in ogni cuore di uomo, e nel nucleo di ogni stella. Io sono Vita, e il datore di Vita, eppure per questo la conoscenza di me è la conoscenza di morte.
7. Io sono il Mago e l’Esorcista. Io sono l’asse della ruota, e il cubo nel cerchio. «Vieni a me» è una stolta parola: poiché sono io che vado.
8. Chi venerava Heru-pa-kraath ha venerato me; male, poiché io sono il veneratore.
9. Ricordate voi tutti che l’esistenza è pura gioia; che tutti i dolori non sono altro che ombre: passano & sono finiti; ma vi è ciò che rimane.
10. O profeta! tu hai malavoglia d’imparare questo scritto.
11. Ti vedo odiare la mano & la penna; ma io sono più forte.
12. Perché di me in Te che tu non conoscevi.
13. il motivo? Perché tu eri il conoscitore, e me.
14. Ora che sia velato questo santuario: ora che la luce divori gli uomini e li consumi con la cecità!
15. Poiché io sono perfetto, Non essendo; e il mio numero è nove per i folli; ma con il giusto io sono otto, e uno in otto: Che è vitale, poiché io sono nessuno in effetti. L’Imperatrice e il Re non sono di me; poiché c’è un ulteriore segreto.
16. Io sono L’Imperatrice & lo Ierofante. Così undici, come la mia sposa è undici.
17. Ascoltatemi, voi genti che sospirate!
Le sofferenze del dolore e del rimpianto
Sono lasciati ai morti e ai morenti,
Il volgo che non mi conosce ancora.
18. Costoro sono morti, questi individui; essi non sentono. Noi non siamo per il povero e il triste: i signori della terra sono i nostri congiunti.
19. Un Dio deve vivere in un cane? No! ma i più elevati sono di noi. Si rallegreranno, i nostri eletti: chi si addolora non è di noi.
20. Bellezza e potenza, riso fragoroso e delizioso languore, forza e fuoco, sono di noi.
21. Non abbiamo niente a che spartire con il reietto e il disadatto: che muoiano nella loro miseria. Poiché essi non sentono. La compassione è il vizio dei re: calpesta il miserabile & il debole: questa è la legge del forte: questa è la nostra legge e la gioia del mondo. Non pensare, o re, a quella menzogna: Che Tu Devi Morire: in verità tu non morirai, ma vivrai. Ora che venga compreso: Se il corpo del Re si dissolve, egli rimarrà in pura estasi per sempre. Nuit! Hadit! Ra-Hoor-Khuit! Il Sole, Potenza & Vista, Luce; questi sono per i servitori della Stella & del Serpente.
22. Io sono il Serpente che dona Conoscenza & Delizia e gloria fulgida, ed eccita i cuori degli uomini con l’ebbrezza. Per venerarmi prendete vino e strane droghe di cui dirò al mio profeta, & inebriatevene! Non vi faranno alcun male. È una menzogna, questa follia contro se stessi. L’esibizione dell’innocenza è una menzogna. Sii forte, o uomo! brama, godi d’ogni cosa dei sensi e del rapimento: non temere che alcun Dio ti rinneghi per questo.
23. Io sono solo: non vi è Dio dove io sono.
24. Osservate! questi sono gravi misteri; poiché ci sono anche alcuni dei miei amici che sono eremiti. Ora non pensate però di trovarli nella foresta o sulla montagna; ma in letti di porpora, accarezzati da magnifiche donne ferine dalle membra larghe, e fuoco e luce nei loro occhi, e masse di capelli fiammeggianti su di loro; là voi li troverete. Voi li vedrete al comando, in vittoriose armate, ad ogni gioia; e ci sarà in loro una gioia un milione di volte più grande di questa. Fate attenzione affinché nessuno forzi l’altro, Re contro Re! Amatevi l’un l’altro con cuori ardenti; calpestate i meschini nella feroce lussuria del vostro orgoglio, nel giorno della vostra ira.
25. Voi siete contro la gente, O miei eletti!
26. Io sono il Serpente segreto avvolto pronto a sorgere: nel mio avvolgermi c’è gioia. Se alzo la mia testa, io e la mia Nuit siamo uno. Se abbasso la mia testa, e schizzo veleno, allora è il rapimento della terra, e io e la terra siamo uno.
27. C’è gran pericolo in me; poiché chi non comprende queste rune commetterà un grande errore. Egli cadrà giù nella fossa chiamata Perché, e lì perirà con i cani della Ragione.
28. Adesso una maledizione su Perché e la sua stirpe!
29. Possa Perché essere maledetto per sempre!
30. Se la Volontà si ferma e grida al Motivo, invocando Perché, allora la Volontà si ferma & non fa nulla.
31. Se il Potere si chiede il motivo, allora il Potere è debolezza.
32. Anche la ragione è una menzogna; poiché vi è un fattore infinito & sconosciuto; & tutte le loro parole sono oblique.
33. Basta con Perché! Sia dannato come un cane!
34. Ma voi, o mia gente, alzatevi & svegliatevi!
35. Fate che i rituali siano ben eseguiti con gioia & bellezza!
36. Vi sono rituali degli elementi e feste dei tempi.
37. Una festa per la prima notte del Profeta e della sua Sposa!
38. Una festa per i tre giorni della scrittura del Libro della Legge.
39. Una festa per Tahuti e il bambino del Profeta – segreta, O Profeta!
40. Una festa per il Supremo Rituale, e una festa per l’Equinozio degli Dei.
41. Una festa per il fuoco e una festa per l’acqua; una festa per la vita e una festa più grande per la morte!
42. Una festa ogni giorno nei vostri cuori nella gioia del mio rapimento!
43. Una festa ogni notte per Nu, e il piacere della somma delizia!
44. Si! festeggiate! rallegratevi! non c’è terrore d’ora in poi. C’è la dissoluzione, e l’estasi eterna nei baci di Nu.
45. C’è morte per i cani.
46. Fallisci? Sei sofferente? C’è timore nel tuo cuore?
47. Dove io sono questi non sono.
48. Non aver pietà dei caduti! Io non li ho mai conosciuti. Io non sono per loro. Io non consolo: odio il consolato & il consolatore.
49. Io sono unico & conquistatore. Io non sono degli schiavi che periscono. Siano dannati & morti! Amen. (Questo è del 4: ce n’è un quinto che è invisibile, & in esso io sono come un bimbo in un uovo.)
50. Blu sono io e oro nella luce della mia sposa: ma il bagliore rosso è nei miei occhi; & i miei orpelli sono porpora & verdi.
51. Porpora oltre la porpora: è la luce più elevata della vista.
52. C’è un velo: quel velo è nero. È il velo della donna pudica; è il velo della sofferenza, & il drappo della morte: questo non ha nulla di me. Strappate via questo menzognero spettro dei secoli: non velate i vostri vizi in virtuose parole: questi vizi sono il mio servizio; voi agite bene, & io vi ricompenserò ora e sempre.
53. Non temere, o profeta, quando queste parole vengono dette, tu non sarai sofferente. Tu sei enfaticamente il mio prescelto; e benedetti sono gli occhi su cui tu poserai lo sguardo con letizia. Tuttavia io ti celerò in una maschera di sofferenza: quelli che ti vedranno avranno timore che tu sia caduto: ma io ti innalzo.
54. E anche quelli che gridano la loro follia, che tu non intendi nulla, non ne trarranno giovamento; tu lo rivelerai: tu ne trai giovamento: loro sono gli schiavi di perché: Loro non sono di me. Le pause come vuoi; le lettere? non cambiarle in stile o valore!
55. Otterrai l’ordine & il valore dell’Alfabeto Inglese; troverai nuovi simboli da attribuire loro.
56. Andatevene! schernitori; sebbene ridiate in mio onore non riderete a lungo: perciò quando siete tristi sappiate che vi ho abbandonati.
57. Colui che è giusto sarà giusto ancora; colui che è sudicio sarà sudicio ancora.
58. Sì! non crediate di cambiare: voi sarete come siete, & non altro. Perciò i re della terra saranno Re per sempre: gli schiavi serviranno. Non c’è nessuno che sarà abbattuto o innalzato: tutto è sempre com’era. Eppure vi sono certuni mascherati miei servitori: potrebbe essere che quel mendicante sia un Re. Un Re può scegliere il suo vestire come vuole: non vi è esame certo: ma un mendicante non può celare la sua povertà.
59. Attenzione perciò! Amate tutti, che forse vi è un Re nascosto! Dici così? Folle! Se fosse un Re, tu non potresti ferirlo.
60. Perciò colpisci duro & basso, e all’inferno con loro, maestro!
61. C’è una luce davanti ai tuoi occhi, o profeta, una luce non desiderata, estremamente desiderabile.
62. Io sono innalzato nel tuo cuore; e i baci delle stelle piovono forti sul tuo corpo.
63. Tu sei esausto nella voluttuosa pienezza dell’inspirazione; l’espirazione è più dolce della morte, più rapida e ridente della carezza di un verme dell’Inferno stesso.
64. Oh! tu sei sopraffatto: noi siamo su di te; la nostra delizia è tutta su di te: ave! ave: profeta di Nu! profeta di Had! profeta di Ra-Hoor-Khu! Ora gioisci! ora vieni nel nostro splendore & rapimento! Vieni nella nostra pace passionale, & scrivi dolci parole per i Re!
65. Io sono il Maestro: tu sei il Santo Prescelto.
66. Scrivi, & trova estasi nello scrivere! Opera & sii il nostro letto nell’operare! Fremi della gioia della vita & della morte! Ah! la tua morte sarà amabile: chi la vedrà sarà felice. La tua morte sarà il sigillo della promessa del nostro amore eterno. Vieni! innalza il tuo cuore & gioisci! Noi siamo uno; noi siamo nessuno.
67. Resisti! Resisti! Tieni duro nel tuo rapimento; non cadere in deliquio per gli eccellenti baci!
68. Più forte! Resta saldo! Alza la testa! non respirare così profondamente — muori!
69. Ah! Ah! Cosa sento? La parola è esausta?
70. C’è aiuto & speranza in altri incantesimi. La saggezza dice: sii forte! Così puoi sopportare più gioia. Non essere animalesco; raffina il tuo rapimento! Se bevi, bevi secondo le otto e novanta regole dell’arte: se ami, eccedi in delicatezza; e se fai alcunché gioiosamente, che vi sia finezza in ciò!
71. Ma eccedi! eccedi!
72. Sforzati sempre al più! e se sei veramente mio — e non ne dubiti, e sei sempre gioioso! — la morte è la corona di tutto.
73. Ah! Ah! Morte! Morte! tu agognerai la morte. La morte è proibita, o uomo, per te.
74. La lunghezza del tuo agognare sarà la potenza della sua gloria. Colui che vive a lungo & desidera molto la morte è sempre il Re tra i Re.
75. Si! ascolta i numeri & le parole:
76. 4 6 3 8 A B K 2 4 A L G M O R 3 Y X 24 89 R P S T O V A L.Chesignifica questo, o profeta? Tu non lo sai; né tu lo saprai mai. Giunge uno per seguirti: lui lo interpreterà. Ma ricorda, o prescelto, di essere me; di seguire l’amore di Nu nel cielo illuminato di stelle; di guardare innanzi agli uomini, di dire loro questa felice parola.
77. O, sii tu orgoglioso e possente tra gli uomini!
78. Innalza te stesso! poiché non c’è nessuno come te tra gli uomini o tra gli Dei! Innalza te stesso, o mio profeta, la tua statura supererà le stelle. Essi venereranno il tuo nome, quadrato, mistico, prodigioso, il numero dell’uomo; e il nome della tua casa 418.
79. La fine del celarsi di Hadit; e benedizione & venerazione al profeta dell’amabile Stella!

1. Nu! The Hiding of Hadit.
2. Come! all ye, and learn the secret that hath not yet been revealed. I Hadit am the compliment of Nu my bride. I am not extended, and Khabs is the name of my House.
3. In the sphere I am everywhere, the centre, as She, the circumfrence, is nowhere found.
4. Yet she shall be known & am I never.
5. Behold! the rituals of the oldtime are black. Let the evil ones be cast away; let the good ones be purged by the prophet! Then shall this Knowledge go aright.
6. I am the flame that burns in every heart of man, and in the core of every star. I am

Life, and the giver of Life; yet therefore is the knowledge of me the knowledge of death.
7. I am the Magician and the Exorcist I am the axle of the wheel, the cube in the circle. “Come unto me” is a foolish word; for it is I that go
8. Who worshipped Heru-pa-kraath have worshipped me; ill, for I am the worshipper.
9. Remember all ye that existence is pure joy; that all the sorrows arebut as shadows; they Pass & are done; but there is that which remains.
10. O prophet! thou hast ill will to learn this writing.
11. I see thee hate the hand & the pen; but I am

stronger.
12. Because of me in Thee which thou knewest not
13. for why? Because thou wast the knower, and me.
14. Now let there be a veiling of this shrine: now let thee light devour men and eat them up with blindness.
15. For I am perfect, being Not; and my number is nine by the fools; but with the just I am eight, and one in eight: Which is vital, for I am none indeed. The Empress and the King are not of me; for there is a further secret.
16. I am The Empress & the Hierophant. Thus eleven, as my bride is eleven

17. Hear me, ye people of sighing!
The sorrows of pain and regret
Are left to the dead & the dying,
The folk that not know me as yet.
18. These are dead, these fellows; they feel not. We are not for the poor and sad: the lords of the earth are our kinsfolk.
19. Is a God to live in a dog? No! but the highest are of us. They shall rejoice, our chosen: who sorroweth is not of us.
20. Beauty and strength, leaping laughter and delicious languor, force and fire, are of us.

21. We have nothing with the outcast and the unfit: let them die in their misery. For they feel not. Compassion is the vice of kings: stamp down the wretched & the weak: this is the law of the strong: this is our law and the joy of the world. Think not, o king, upon that lie: That Thou Must Die: verily thou shalt not die, but live. Now let it be understood: If the body of the King dissolve, he shall remain in pure ecstasy for ever. Nuit! Hadit! Ra-Hoor-Khuit! The Sun, Strength & Sight, Light; these are for the servants of the Star & the Snake.

22. I am the Snake that giveth Knowledge & Delight and bright glory, and stir the hearts of men with drunkenness. To worship me take wine and strange drugs whereof I will tell my prophet, & be drunk thereof! They shall not harm ye at all. It is a lie, this folly against self. The exposure of innocence is a lie. Be strong, o man! lust, enjoy all things of sense and rapture: fear not that any God shall deny thee for this.
23. I am alone: there is no God where I am.
24. Behold! these be grave mysteries; for there are also of my friends who be hermits. Now

think not to find them in the forest or on the mountain; but in beds of purple, caressed by magnificent beasts of women with large limbs, and fire and light in their eyes, and masses of flaming hair about them; there shall ye find them. Ye shall see them at rule, at victorious armies, at all the joy; and there shall be in them a joy a million times greater than this. Beware lest any force another, King against King! Love one another with burning hearts; on the low men trample in the fierce lust of your pride,

in the day of your wrath.
25. Ye are against the people, O my chosen!
26. I am the secret Serpent coiled about to spring: in my coiling there is joy. If I lift up my head, I and my Nuit are one. If I droop down mine head, and shoot forth venom, then is rapture of the earth, and I and the earth are one.
27. There is great danger in me; for who doth not understand these runes shall make a great miss. He shall fall down into the pit called Because, and there he shall

perish with the dogs of Reason.
28. Now a curse upon Because and his kin!
29. May Because be accursèd for ever!
30. If Will stops and cries Why, invoking Because, then Will stops & does nought.
31. If Power asks why, then is Power weakness.
32. Also reason is a lie; for there is a factor infinite & unknown; & all their words are skew-wise.
33. Enough of Because! Be he damned for a dog!
34. But ye, o my people, rise up & awake!
35. Let the rituals be rightly performed with joy & beauty!

36. There are rituals of the elements and feasts of the times.
37. A feast for the first night of the Prophet and his Bride!
38. A feast for the three days of the writing of the Book of the Law.
39. A feast for Tahuti and the child of the Prophet—secret, O Prophet!
40. A feast for the Supreme Ritual, and a feast for the Equinox of the Gods.
41. A feast for fire and a feast for water; a feast for life and a greater feast for death!

42. A feast every day in your hearts in the joy of my rapture!
43. A feast every night unto Nu, and the pleasure of uttermost delight!
44. Aye! feast! rejoice! there is no dread hereafter. There is the dissolution, and eternal ecstasy in the kisses of Nu.
45. There is death for the dogs.
46. Dost thou fail? Art thou sorry? Is fear in thine heart?
47. Where I am these are not.

48. Pity not the fallen! I never knew them. I am not for them. I console not: I hate the consoled & the consoler.
49. I am unique & conqueror. I am not of the slaves that perish. Be they damned & dead! Amen. (This is of the 4: there is a fifth who is invisible, & therein am I as a babe in an egg.)
50. Blue am I and gold in the light of my bride: but the red gleam is in my eyes; & my spangles are purple & green.
51. Purple beyond purple: it is the light higher

than eyesight.
52. There is a veil: that veil is black. It is the veil of the modest woman; it is the veil of sorrow, & the pall of death: this is none of me. Tear down that lying spectre of the centuries: veil not your vices in virtuous words: these vices are my service; ye do well, & I will reward you here and hereafter.
53. Fear not, o prophet, when these words are said, thou shalt not be sorry. Thou art emphatically my chosen; and blessed are

the eyes that thou shalt look upon with gladness. But I will hide thee in a mask of sorrow: they that see thee shall fear thou art fallen: but I lift thee up.
54. Nor shall they who cry aloud their folly that thou meanest nought avail; thou shall reveal it: thou availest: they are the slaves of because: They are not of me. The stops as thou wilt; the letters? change them not in style or value!
55. Thou shalt obtain the order & value of the English Alphabet; thou shalt find

new symbols to attribute them unto.
56. Begone! ye mockers; even though ye laugh in my honour ye shall laugh not long: then when ye are sad know that I have forsaken you.
57. He that is righteous shall be righteous still; he that is filthy shall be filthy still.
58. Yea! deem not of change: ye shall be as ye are, & not other. Therefore the kings of the earth shall be Kings for ever: the slaves shall serve. There is none that shall be cast down or lifted up: all is ever

as it was. Yet there are masked ones my servants: it may be that yonder beggar is a King. A King may choose his garment as he will: there is no certain test: but a beggar cannot hide his poverty.
59. Beware therefore! Love all, lest perchance is a King concealed! Say you so? Fool! If he be a King, thou canst not hurt him.
60. Therefore strike hard & low, and to hell with them, master!
61. There is a light before thine eyes, o prophet, a light undesired, most desirable.

62. I am uplifted in thine heart; and the kisses of the stars rain hard upon thy body.
63. Thou art exhaust in the voluptuous fullness of the inspiration; the expiration is sweeter than death, more rapid and laughterful than a caress of Hell’s own worm.
64. Oh! thou art overcome: we are upon thee; our delight is all over thee: hail! hail: prophet of Nu! prophet of Had! prophet of Ra-Hoor-Khu! Now rejoice! now come in our splendour & rapture! Come in our passionate peace, & write sweet words for the Kings.

65. I am the Master: thou art the Holy Chosen One.
66. Write, & find ecstasy in writing! Work, & be our bed in working! Thrill with the joy of life & death! Ah! thy death shall be lovely: whoso seeth it shall be glad. Thy death shall be the seal of the promise of our agelong love. Come! lift up thine heart & rejoice! We are one; we are none.
67. Hold! Hold! Bear up in thy rapture; fall not in swoon of the excellent kisses!
68. Harder! Hold up thyself! Lift thine head!

breathe not so deep—die!
69. Ah! Ah! What do I feel? Is the word exhausted?
70. There is help & hope in other spells. Wisdom says: be strong! Then canst thou bear more joy. Be not animal; refine thy rapture! If thou drink, drink by the eight and ninety rules of art: if thou love, exceed by delicacy; and if thou do aught joyous, let there be subtlety therein!
71. But exceed! exceed!
72. Strive ever to more! and if thou art truly

mine—and doubt it not, an if thou art ever joyous!—death is the crown of all.
73. Ah! Ah! Death! Death! thou shalt long for death. Death is forbidden, o man, unto thee.
74. The length of thy longing shall be the strength of its glory. He that lives long & desires death much is ever the King among the Kings.
75. Aye! listen to the numbers & the words:
76. 4 6 3 8 A B K 2 4 A L G M O R 3 Y X 24 89 R P S T O V A L. What meaneth this, o prophet? Thou knowest not; nor shalt thou know ever. There cometh one to follow thee: he shall

expound it. But remember, o chosen one, to be me; to follow the love of Nu in the star-lit heaven; to look forth upon men, to tell them this glad word.
77. O be thou proud and mighty among men!
78. Lift up thyself! for there is none like unto thee among men or among Gods! Lift up thyself, o my prophet, thy stature shall surpass the stars. They shall worship thy name, foursquare, mystic, wonderful, the number of the man; and the name of

thy house 418.
79. The end of the hiding of Hadit; and blessing & worship to the prophet of the lovely Star!

Capitolo 3

1. Abrahadabra; la ricompensa di Ra Hoor Khut.
2. C’è divisione qui verso casa; c’è una parola non conosciuta. L’incantare è defunto; tutto non è alcunché. Stai in guardia! Attento! Eleva l’incantesimo di Ra-Hoor- Khuit!
3. Ora sia compreso innanzitutto che io sono un dio di Guerra e di Vendetta. Io sarò duro con loro.
4. Sceglietevi un'isola!
5. Fortificatela!
6. Ricopritela con macchinari da guerra!
7. Io vi darò una macchina da guerra.
8. Con questa sconfiggerete i popoli; e nessuno si ergerà davanti a voi.
9. In agguato! Ritiratevi! Addosso! questa è la Legge della Battaglia di Conquista: così la mia venerazione sarà attorno alla mia casa segreta.
10. Procurati la stélé della rivelazione stessa; ponila nel tuo tempio segreto — e quel tempio è già correttamente disposto – & essa sarà la tua Qibla per sempre. Non sbiadirà, ma un colore miracoloso le ritornerà giorno dopo giorno. Chiudila in un teca sicura come prova per il mondo.
11. Questa sarà la tua unica prova. Io proibisco la discussione. Conquista! Ciò è sufficiente. Ti renderò facile l’astruzione dalla casa disordinata nella Città Vittoriosa. Tu stesso la trasmetterai con venerazione, o profeta, sebbene ciò non ti piaccia. Avrai pericolo & difficoltà. Ra-Hoor-Khu è con te. Venerami con fuoco & sangue; venerami con spade & con lance. Che la donna sia cinta di una spada dinanzi a me: che il sangue scorra in nome mio. Calpesta gli Empi; dagli addosso, o guerriero, ti darò la loro carne da mangiare!
12. Sacrifica bestiame, piccolo e grande: dopo un bambino.
13. Ma non ora.
14. Vedrete quell’ora, o benedetta Bestia, e tu la Scarlatta Concubina del suo desiderio!
15. E ve ne rattristerete.
16. Non aspettatevi troppo impazientemente di ottenere le promesse; non temete di subire le maledizioni. Voi, perfino voi, non ne conoscete l’intero significato.
17. Non abbiate timore affatto; non temete né gli uomini né le Parche, né gli dei, né alcuna cosa. Non temete il denaro, o il riso della follia del volgo, né alcun altro potere in cielo o sulla terra o sotto la terra. Nu è il vostro rifugio come Hadit la vostra luce; e io sono la potenza, la forza, il vigore, delle vostre armi.
18. Che la misericordia sia lasciata da parte: dannate coloro che provano pietà! Ammazzate e torturate; non risparmiate; dategli addosso!
19. Quella stélé loro la chiameranno l’Abominazione della Desolazione; conta bene il suo nome, & sarà per te come 718.
20. Il motivo? Per la caduta di Perché, che non è più là.
21. Poni la mia immagine a Est: ti comprerai un’immagine che ti mostrerò, speciale, non diversa da quella che conosci. E improvvisamente ti sarà facile farlo.
22. Raggruppa le altre immagini intorno a me per sostenermi: che siano tutte venerate, poiché si raccoglieranno intorno a me per esaltarmi. Io sono l’oggetto visibile della venerazione; gli altri sono segreti; sono per la Bestia & la sua Sposa: e per i vincitori dell’Ordalia x. Cos’è questa? Tu lo saprai.
23. Come profumo mischia farina & miele & densi depositi di vino rosso: poi olio di Abramelin e olio di oliva, e dopo ammorbidiscilo & levigalo con ricco sangue fresco.
24. Il miglior sangue è quello della luna, mensilmente: poi il sangue fresco di un bambino, o quello che stilla dalle schiere del cielo: poi quello dei nemici; poi quello del sacerdote o dei veneratori: infine quello di qualche bestia, non importa quale.
25. Brucialo: fanne pani & mangiane in mio onore. Questo ha anche un altro uso; che sia posto dinanzi a me, e mantenuto denso con i profumi della tua preghiera: si riempirà di scarabei per così dire e di cose striscianti a me sacre.
26. Uccidili, nominando i tuoi nemici; & loro cadranno dinanzi a te.
27. Inoltre genereranno lussuria & il potere della lussuria in te nel mangiarne.
28. Inoltre sarete forti in guerra.
29. Oltre a ciò, che siano conservati a lungo, è meglio; poiché essi crescono della mia forza. Tutto dinanzi a me.
30. Il mio altare è d’ottone lavorato a traforo: bruciavi sopra nell’argento o nell’oro!
31. Arriva un uomo ricco dall’Ovest che verserà il suo oro su di te.
32. Dall’oro forgia acciaio!
33. Sii pronto a prendere il volo o a colpire!
34. Ma il tuo santo posto rimarrà integro attraverso i secoli: anche se con fuoco e spada sarà bruciato & fatto a pezzi, una casa invisibile vi si erge ancora, e si ergerà fino alla caduta del Grande Equinozio; quando Hrumachis sorgerà e colei dalla doppia bacchetta assumerà il mio trono e il mio posto. Un altro profeta sorgerà, e porterà fresca febbre dai cieli; un’altra donna risveglierà la lussuria & la venerazione del Serpente; un’altra anima di Dio e bestia si fonderà nel sacerdote dal globo; un altro sacrificio macchierà la tomba; un altro re regnerà; e la benedizione non sarà più riversata Sul mistico Signore dalla testa di Falco!
35. La metà della parola di Heru-ra-ha, chiamata Hoor-pa-kraat e Ra-Hoor-Khut.
36. Poi disse il profeta al Dio:
37. Io ti adoro nel canto --
Io sono il Signore di Tebe, e io
L'ispirato oratore di Mentu;
Per me si svela la velata volta celeste,
Il suicida Ankh-af-na-khonsu
Le cui parole sono verità. Io invoco, io saluto
La tua presenza, O Ra-Hoor-Khuit!
Unità somma mostrata!
Io adoro la possanza del Tuo respiro,
Supremo e terribile Dio,
Che fai tremare gli dei e la morte
Dinnanzi a Te: --
Io, io ti adoro!
Appari sul trono di Ra!
Apri le vie del Khu!
Illumina le vie del Ka!
Le vie del Khabs attraversa
Per scuotermi o per placarmi!
Aum! che mi uccida!

38. Così che la tua luce sia in me; & la sua fiamma rossa è come una spada nella mia mano per sospingere il tuo ordine. C’è una porta segreta che io costruirò per instaurare la tua via in tutte le direzioni (queste sono le adorazioni, come hai scritto), com’è detto:
La luce é mia; i suoi raggi consumano
Me: ho costruito una porta segreta
Nella Casa di Ra e Tum,
Di Khephra e di Ahathoor.
Io sono il tuo Tebano, O Mentu,
Il profeta Ankh-af-na-khonsu!
Per Bes-na-Maut mi percuoto il petto;
Per Ta-Nech la saggia tesso il mio incantesimo.
Mostra il tuo splendore stellare, O Nuit!
Invitami nella tua Casa per dimorare,
O alato serpente di luce, Hadit!
Dimora con me, Ra-Hoor-Khuit!

39. Tutto questo e un libro per dire come sei giunto fin qui e una riproduzione di questo inchiostro e di questa carta per sempre – poiché in essa è la parola segreta & non solo in inglese – e il tuo commento su questo il Libro della Legge sarà stampato mirabilmente in inchiostro rosso e nero su bella carta fatta a mano; e ad ogni uomo e donna che incontrerai, fosse anche solo per pranzare o per bere da loro, è la Legge da dare. Poi potranno dimorare in questa beatitudine o meno; non fa differenza. Fallo in fretta!
40. Ma l’opera del commento? Questo è facile; e Hadit che brucia nel tuo cuore renderà veloce e sicura la tua penna.
41. Stabilisci nella tua Kaaba una casa di chierici: tutto deve essere fatto bene e in modo professionale.
42. Dovrai sovrintendere le ordalie tu stesso, eccetto solo quelle oscure. Non rifiutare nessuno, ma riconoscerai & distruggerai i traditori. Io sono Ra-Hoor-Khuit; e ho il potere di proteggere il mio servitore. Il successo è la tua prova: non persuadere; non convertire; non parlare troppo! Quelli che cercano di intrappolarti, di rovesciarti, quelli attaccali senza pietà o quartiere; & distruggili completamente. Veloce come un serpente calpestato voltati e colpisci! Sii ancora più mortale di lui! Trascina le loro anime all’orribile tormento: ridi del loro timore: sputagli addosso!
43. Che la Donna Scarlatta faccia attenzione! Se pietà e compassione e tenerezza visitano il suo cuore; se abbandona la mia opera per giocare con antiche dolcezze; allora la mia vendetta sarà conosciuta. Ucciderò per me il suo bambino: alienerò il suo cuore: la allontanerò dagli uomini: come una prostituta rifuggita e disprezzata ella striscerà per fosche umide strade, e morirà infreddolita e affamata.
44. Ma che ella si elevi in orgoglio! Che ella mi segua nella mia via! Che ella operi l’opera di iniquità! Che ella uccida il suo cuore! Che ella sia sguaiata ed adultera! Che sia coperta di gioielli, e ricchi abiti, e che sia svergognata dinanzi a tutti gli uomini!
45. Poi la innalzerò agli apogei del potere: poi genererò da lei un bambino più possente di tutti i re della terra. La colmerò di gioia: con la mia forza lei vedrà & colpirà la venerazione di Nu: ella conseguirà Hadit.
46. Io sono il Signore guerriero dei Quaranta: gli Ottanta indietreggiano davanti a me, & sono umiliati. Vi porterò alla vittoria & alla gioia: sarò con le vostre armi in battaglia & vi delizierete nel trucidare. Il successo è la vostra prova; il coraggio è la vostra armatura; avanti, avanti, nella mia potenza; & non vi volterete indietro per nessuno!
47. Questo libro sarà tradotto in tutte le lingue: ma sempre con l’originale di pugno della Bestia; poiché nella fortuita forma delle lettere e la loro posizione una rispetto all’altra: in queste ci sono misteri che nessuna Bestia potrà divinare. Che egli non cerchi di provare: ma viene uno dopo di lui, da dove non dico, che scoprirà la Chiave di tutto ciò. Così questa linea tracciata è una chiave: così questo cerchio squadrato nel suo fallimento è anche una chiave. E Abrahadabra. Sarà il suo bambino & ciò stranamente. Che egli non cerchi ciò; poiché già solo per questo può caderne.
48. Ora questo mistero delle lettere è compiuto, e voglio inoltrarmi verso il posto più santo.
49. Io sono in una segreta parola quadruplice, la bestemmia contro tutti gli dei degli uomini.
50. Malediteli! Malediteli! Malediteli!
51. Con la mia testa di Falco becco gli occhi di Gesù appeso alla croce.
52. Sbatto le ali sulla faccia di Mohammed & lo acceco.
53. Con i miei rostri strappo la carne dell’Indiano e del Buddhista, del Mongolo e del Din.
54. Bahlasti! Ompehda! Sputo sui vostri credo intemperanti.
55. Che Maria inviolata sia lacerata sulle ruote: che per amor suo tutte le donne caste siano totalmente disprezzate tra voi!
56. Anche per la causa di bellezza e d’amore!
57. Disprezzate anche tutti i codardi; soldati di professione che non osano combattere, ma giocano; disprezzate tutti i folli!
58. Ma l’acuto e l’orgoglioso, il regale e l’eccelso; voi siete fratelli!
59. Come fratelli combattete!
60. Non c’è altra legge oltre Fai ciò che vuoi.
61. C’è una fine della parola del Dio intronizzato sul seggio di Ra, che allevia le impalcature dell’anima.
62. A Me dovete riverenza! a me venite attraverso la tribolazione dell’ordalia, che è beatitudine.
63. Il folle legge questo Libro della Legge, e il suo commento; & non lo capisce.
64. Che egli giunga attraverso la prima ordalia, & esso sarà per lui come argento.
65. Attraverso la seconda, oro.
66. Attraverso la terza, pietre d’acqua preziosa.
67. Attraverso la quarta, scintille ultime dell’intimo fuoco.
68. Eppure a tutti esso apparirà bello. I suoi nemici che non dicono così, sono meri bugiardi.
69. C’é il successo.
70. Io sono il Signore dalla Testa di Falco del Silenzio & della Potenza; il mio nemyss avvolge la volta blu-notte.
71. Ave! voi guerrieri gemelli presso i pilastri del mondo! poiché il vostro tempo è prossimo.
72. Io sono il Signore della Doppia Bacchetta del Potere; la bacchetta della Forza di Coph Nia – ma la mia mano sinistra è vuota, poiché ho schiacciato un Universo; & nulla rimane.
73. Incolla i fogli da destra a sinistra e dall’alto verso il basso: poi osserva!
74. C’è uno splendore nel mio nome celato e glorioso, come il sole di mezzanotte è sempre il figlio.
75. La conclusione delle parole è la Parola Abrahadabra.
Il Libro della Legge é Scritto
e Nascosto.
Aum. Ha.

1. Abrahadabra! the reward of Ra Hoor Khut.
2. There is division hither homeward; there is a word not known. Spelling is defunct ; all is not aught Beware! Hold! Raise the spell of Ra-Hoor-Khuit.
3. Now let it be first understood that I am a god of War and of Vengeance. I shall deal hardly with them.
4. Choose ye an island!
5. Fortify it!
6. Dung it about with enginery of war!
7. I will give you a war-engine.
8. With it ye shall smite the peoples and

none shall stand before you.
9. Lurk! Withdraw! Upon them! this is the Law of the Battle of Conquest: thus shall my worship be about my secret house.
10. Get the stélé of revealing itself; set it in thy secret temple—and that temple is already aright disposed—& it shall be your Kiblah for ever. It shall not fade, but miraculous colour shall come back to it day after day. Close it in locked glass for a proof to the world.
11. This shall be your only proof. I forbid argument. Conquer! That is enough. I will make easy

to you the abstruction from the ill-ordered house in the Victorious City. Thou shalt thyself convey it with worship, o prophet, though thou likest it not. Thou shalt have danger & trouble. Ra-Hoor-Khu is with thee. Worship me with fire & blood; worship me with swords & with spears. Let the woman be girt with a sword before me: let blood flow to my name. Trample down the Heathen; be upon them, o warrior, I will give you of their flesh to eat!
12. Sacrifice cattle, little and big: after a child.

13. But not now.
14. Ye shall see that hour, o blesséd Beast, and thou the Secret Concubine of his desire!
15. Ye shall be sad thereof.
16. Deem not too eagerly to catch the promises; fear not to undergo the curses. Ye, even ye, know not this meaning all.
17. Fear not at all; fear neither men, nor Fates, nor gods, nor anything. Money fear not, nor laughter of the folk folly, nor any other power in heaven or upon the earth or under the earth. Nu is your refuge as Hadit is your

light; and I am the strength, force, vigour of your arms.
18. Mercy let be off: damn them who pity. Kill and torture; spare not; be upon them.
19. That stélé they shall call Abomination of Desolation; count well its name;& it shall be to you as 718.
20. Why? Because of the fall of Because, that he is not there again.
21. Set up my image in the East: thou shalt buy thee an image which I will show thee, especial, not unlike the one thou knowest. And it shall be suddenly easy for thee to do this.

The other images group around me to support me: let all be worshipped, for they shall cluster to exalt me. I am the visible object of worship; the others are secret; for the Beast & his Bride are they: and for the winners of the Ordeal x. What is this? Thou shalt know.
23. For perfume mix meal & honey & thick leavings of red wine: then oil of Abramelin and olive oil, and afterword soften & smooth down with rich fresh blood! The best blood is of the moon, monthly: then the fresh blood of a child, or dropping from the

host of heaven: then of enemies; then of the priest or of the worshippers: last of some beast, no matter what.
25. This burn: of this make cakes & eat unto me. This hath also another use; let it be laid before me, and kept thick with perfumes of your orison: it shall become full of beetles as it were and creeping things sacred unto me.
26. These slay, naming your enemies; & they shall fall before you.
27. Also these shall breed lust & power of lust in you at the eating thereof.
28. Also ye shall be strong in war.

29. Moreover, be they long kept, it is better; for they swell with my force. All before me.
30. My altar is of open brass work: burn thereon in silver or gold!
31. There cometh a rich man from the West who shall pour his gold upon thee.
32. From gold forge steel!
33. Be ready to fly or to smite!
34. But your holy place shall be untouched throughout the centuries: though with fire and sword it be burnt down & shattered, yet an invisible house there standeth, and shall stand until the fall of the Great

Equinox; when Hrumachis shall arise and the double-wanded one assume my throne and place. Another prophet shall arise, and bring fresh fever from the skies; another woman shall awake the lust & worship of the Snake; another soul of God and beast shall mingle in the globèd priest; another sacrifice shall stain the tomb; another king shall reign; and blessing no longer be poured To the Hawk-headed mystical Lord!
35. The half of the word of Heru-ra-ha, called Hoor-pa-kraat and Ra-Hoor-Khut.

36. Then said the prophet unto the God:
37. I adore thee in the song—
I am the Lord of Thebes, and I
The inspired forth-speaker of Mentu;
For me unveils the veilèd sky,
The self-slain Ankh-af-na-khonsu
Whose words are truth. I invoke, I greet
Thy presence, O Ra-Hoor-Khuit!

Unity uttermost showed!
I adore the might of Thy breath,
Supreme and terrible God,
Who makest the gods and death
To tremble before Thee:—
I, I adore thee!
Appear on the throne of Ra!
Open the ways of the Khu!
Lighten the ways of the Ka!
The ways of the Khabs run through
To stir me or still me!
Aum! let it kill me!


38. So that thy light is in me; & its red flame is as a sword in my hand to push thy order. There is a secret door that I shall make to establish thy way in all the quarters, (these are the adorations, as thou hast written), as it is said:

The light is mine; its rays consume
Me: I have made a secret door
Into the House of Ra and Tum,
Of Khephra and of Ahathoor.
I am thy Theban, O Mentu,
The prophet Ankh-af-na-khonsu!

By Bes-na-Maut my breast I beat;
By wise Ta-Nech I weave my spell.
Show thy star-splendour, O Nuit!
Bid me within thine House to dwell,
O wingèd snake of light, Hadit!
Abide with me, Ra-Hoor-Khuit!

39. All this and a book to say how thou didst come hither and a reproduction of this ink and paper for ever—for in it is the word secret & not only in the English—and thy comment upon this the Book of the Law shall be printed beautifully in red ink and black upon beautiful paper made by hand; and to each man and woman that thou meetest, were it but to dine or to drink at them, it is the Law to give. Then they shall chance to abide in this bliss or no; it is no odds. Do this quickly!
40. But the work of the comment? That is easy; and

Hadit burning in thy heart shall make swift and secure thy pen.
41. Establish at thy Kaaba a clerk-house: all must be done well and with business way.
42. The ordeals thou shalt oversee thyself, save only the blind ones. Refuse none, but thou shalt know & destroy the traitors. I am Ra-Hoor-Khuit; and I am powerful to protect my servant. Success is thy proof: argue not; convert not; talk not over much! Them that seek to entrap thee, to overthrow thee, them attack without pity or quarter; & destroy them utterly. Swift as a trodden serpent turn

and strike! Be thou yet deadlier than he! Drag down their souls to awful torment: laugh at their fear: spit upon them!
43. Let the Scarlet Woman beware! If pity and compassion and tenderness visit her heart; if she leave my work to toy with old sweetnesses; then shall my vengeance be known. I will slay me her child: I will alienate her heart: I will cast her out from men: as a shrinking and despised harlot shall she crawl through dusk wet streets, and die cold and an-hungered.

44. But let her raise herself in pride! Let her follow me in my way! Let her work the work of wickedness! Let her kill her heart! Let her be loud and adulterous! Let her be covered with jewels, and rich garments, and let her be shameless before all men!
45. Then will I lift her to pinnacles of power: then will I breed from her a child mightier than all the kings of the earth. I will fill her with joy: with my force shall she see & strike at the worship of Nu: she shall achieve Hadit.

46. I am the warrior Lord of the Forties: the Eighties cower before me, & are abased. I will bring you to victory & joy: I will be at your arms in battle & ye shall delight to slay. Success is your proof; courage is your armour; go on, go on, in my strength; & ye shall turn not back for any!
47. This book shall be translated into all tongues: but always with the original in the writing of the Beast; for in the

chance shape of the letters and their position to one another: in these are mysteries that no Beast shall divine. Let him not seek to try: but one cometh after him, whence I say not, who shall discover the Key of it all. Then this line drawn is a key: then this circle squared in its failure is a key also. And Abrahadabra. It shall be his child & that strangely. Let him not seek after this; for thereby alone can he fall from it.

48. Now this mystery of the letters is done, and I want to go on to the holier place.
49. I am in a secret fourfold word, the blasphemy against all gods of men.
50. Curse them! Curse them! Curse them!
51. With my Hawk’s head I peck at the eyes of Jesus as he hangs upon the cross.
52. I flap my wings in the face of Mohammed & blind him.
53. With my claws I tear out the flesh of the Indian and the Buddhist, Mongol and Din.
54. Bahlasti! Ompehda! I spit on your

crapulous creeds.
55. Let Mary inviolate be torn upon wheels: for her sake let all chaste women be utterly despised among you!
56. Also for beauty’s sake and love’s!
57. Despise also all cowards; professional soldiers who dare not fight, but play; all fools despise!
58. But the keen and the proud, the royal and the lofty; ye are brothers!
59. As brothers fight ye!
60. There is no law beyond Do what thou wilt.
61. There is an end of the word of the God

enthroned in Ra’s seat, lightening the girders of the soul.
62. To Me do ye reverence! to me come ye through tribulation of ordeal, which is bliss.
63. The fool readeth this Book of the Law, and its comment; & he understandeth it not.
64. Let him come through the first ordeal, & it will be to him as silver.
65. Through the second, gold.
66. Through the third, stones of precious water.
67. Through the fourth, ultimate sparks of the intimate fire.

68. Yet to all it shall seem beautiful. Its enemies who say not so, are mere liars.
69. There is success.
70. I am the Hawk-Headed Lord of Silence & of Strength; my nemyss shrouds the night-blue sky.
71. Hail! ye twin warriors about the pillars of the world! for your time is nigh at hand.
72. I am the Lord of the Double Wand of Power; the wand of the Force of Coph Nia—but my left hand is empty, for I have crushed

an Universe; & nought remains.
73. Paste the sheets from right to left and from top to bottom: then behold!
74. There is a splendour in my name hidden and glorious, as the sun of midnight is ever the son.
75. The ending of the words is the Word Abrahadabra.

The Book of the Law is Written
and Concealed.
Aum. Ha.

Il Commento

Fai ciò che vuoi sarà tutta la Legge.
Lo studio di questo Libro è proibito. Saggio è distruggere questa copia dopo la prima lettura.
Chi non adempie ciò lo fa a proprio rischio e pericolo. Questi sono oltremodo disastrosi.
Coloro che discutono i contenuti di questo Libro siano evitati da tutti, come centri di pestilenza.
Tutte le questioni della Legge devono essere decise solo appellandosi ai miei scritti, ciascuno per sé.
Non vi è altra legge oltre Fai ciò che vuoi.
Amore è la legge, amore sotto la volontà.
Il sacerdote dei principi,
Ankh-f-n-khonsu

Do what thou wilt shall be the whole of the Law.
The study of this Book is forbidden. It is wise to destroy this copy after the first reading.
Whosoever disregards this does so at his own risk and peril. These are most dire.
Those who discuss the contents of this Book are to be shunned by all, as centres of pestilence.
All questions of the Law are to be decided only by appeal to my writings, each for himself.
There is no law beyond Do what thou wilt.
Love is the law, love under will.
The priest of the princes,
Ankh-f-n-khonsu